Giornata mondiale dell’acqua 22 Marzo 2019

GMA-2019-1-300x193

La Giornata Mondiale dell’Acqua (in inglese: World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all’interno delle direttive dell’agenda 21, risultato della conferenza di Rio.

Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell’acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. Con la coordinazione del dipartimento degli affari sociali e economici dell’ONU, la giornata internazionale dell’acqua 2005 determinò l’inizio di una seconda decade internazionale delle Nazioni Unite dedicata alle azioni per l’acqua.

Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato tale giornata come momento per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.

Ogni tre anni, a partire dal 1997, il World Water Council, organismo non governativo internazionale creato nel 1996 come piattaforma degli organismi internazionali e specialisti nel settore dell’acqua, con uno status consultivo speciale loro attribuito da Unesco ed Ecosoc, convoca un World Water Forum (Forum sull’acqua) per raccogliere i contributi e dibattere intorno agli attuali problemi locali, regionali e globali, problemi che non possono essere risolti senza un accordo quadro con obiettivi e strategie comuni. All’incontro del 2012 a Marsiglia hanno preso parte oltre 140 delegazioni ministeriali e più di 180 paesi rappresentati, tra cui l’Italia. L’ultimo incontro dal tema “acqua e sviluppo sostenibile”è stato quello del 2015 a Daegu-Gyeongbuk in Corea del Sud.

L’acqua è sinonimo di vita, da essa ha avuto origine la vita sul nostro pianeta.

Il nostro corpo è composto per due terzi da acqua, come la Terra.

L’abbiamo spesso data per scontata, ma l’acqua non è una risorsa infinita. Ad essa sono legati il clima, l’agricoltura, la salute e la vita stessa sul pianeta.

L’acqua è essenziale per sopravvivere

Il 22 marzo di ogni anno siamo invitati alla promozione di un consumo responsabile delle risorse idriche sia a livello personale che globale.

Aderiamo alla giornata internazionale dell’acqua sensibilizzando alla cura e al rispetto di questo fondamentale elemento, con un’attenzione particolare alla sostenibilità degli habitat acquatici.

Gruppi di volontari in diverse regioni d’Italia organizzano per questa importante giornata vari eventi ed iniziative con lo scopo comune di sensibilizzare le persone e creare sinergie sul tema idrico, centrale nel rispetto dell’ambiente.

WWD2019_3Ecco dei comportamenti semplici che ognuno di noi può mettere in atto ogni giorno per risparmiare l’acqua, contribuendo a renderla accessibile a tutti:

1. Chiudi sempre bene i rubinetti: non è vero che una gocciolina “che sarà mail!”. Anche una sola goccia per minuti e ore significa un grande spreco di acqua;

2. Chiudi sempre il rubinetto mentre ti insaponi (i denti, le mani, i capelli);

3. Per sciacquare i denti, utilizza un bicchiere e non l’acqua corrente;

4. Fai la doccia invece del bagno;

5. Non aprire i rubinetti alla massima potenza;

6. Usa lo scarico dell’acqua più piccolo quando fai la pipì;

7. Non tirare lo scarico di notte, se fai la pipì;

8. Se possibile, utilizza la lavastoviglie invece di lavare i piatti (il consumo di acqua è più efficiente con la lavastoviglie);

9. Se devi lavare qualcosa (per es. frutta, piatti), utilizza una bacinella e non l’acqua corrente;

10. Non tenere i rubinetti aperti per far diventare fredda l’acqua: meglio mettere qualche bottiglia di acqua in frigo.