Giovedì 1 marzo – clicca per leggere tutto…

tau-san-francescoLa pretesa del ricco, anche dopo la morte, è di avere potere sul povero. Chiuso nel proprio egoismo non si è mai interessato di Lazzaro ed è ancora centrato su di sé: questo ci fa capire che come saremo nell’aldilà lo scegliamo qua, con le nostre piccole e grandi decisioni per la vita o per la morte, nostra o del fratello. Vorrebbe avvisare i fratelli, usando il povero, ma per comprendere la via della vita devono e possono bastare le scritture. Gesù conclude con l’amara constatazione che neanche un risorto, come sarà Lui, può convincere  chi non ha ascoltato la parola.

I discepoli di allora hanno fatto fatica a credere nel Risorto, fino alla Pentecoste. Chiediamo allo Spirito di entrare sempre più e meglio nel mistero e nel significato del nostro essere risorti con Cristo, viventi nel Vivente!

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2018 – Ed. Biblioteca Francescana – info@bibliotecafrancescana.it