Giovedì 11 aprile – clicca per leggere tutto…

tau-san-francesco

Oggi la liturgia ci conduce alla scuola di Abramo e ci fa entrare nel suo rapporto di alleanza e di fiducia con Dio. Abramo è l’uomo che si pone in ascolto di una parola che gli fa alzare gli occhi e li apre ad orizzonti più ampi; accogliendo quanto gli dice quella voce, diverrà padre di una moltitudine di genti e ricorda a ciascuno di noi che non sono le nostre opere a salvarci, ma la fede incrollabile nella promessa di Dio.

Abramo credette nella promessa di Dio, quella promessa che ha trovato compimento nella risurrezione di Cristo. Con essa infatti la benedizione fatta ad Abramo raggiunge tutte le genti.

Il patriarca pregusta già nel figlio Isacco, restituito alla vita, quel volto di misericordia di Dio che si rivelerà in pienezza nella passione, morte e risurrezione di Cristo.

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2019 – Ed. Biblioteca Francescana – info@bibliotecafrancescana.it