Giovedì 2 Febbraio – clicca per leggere tutto…

tau-san-francescoSimeone e Anna: ai margini della vita ufficiale del tempo e del tempio, ma nel cuore della storia della salvezza. Con loro l’evento dell’incontro diventa canto, testimonianza attraente e convincente fatta a tutti. Occhi deboli, segnati dalla vecchiaia, ma capaci di vedere oltre, di accogliere la salvezza luminosa dentro i tratti fragili del piccolo.

Profeti di periferia, liberi dalla legge, eternamente giovani perché docili allo Spirito. Profezia della vita consacrata (di cui ricorre oggi la giornata mondiale) è capacità di accettare la marginalità riconoscendola luogo di salvezza. Profezia di peccatori perdonati, resi capaci da Dio di animare la speranza dell’uomo. Non diversi, a parte, mai migliori, ma solidali, capaci di condividere la fatica di vivere.

Profeti nel segno della debolezza.

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2017 – Ed. Biblioteca Francescana – info@bibliotecafrancescana.it