Giovedì 26 ottobre – clicca per leggere tutto…

tau-san-francescoLaudato si’, mi Signore, per frate Focu – cantava frate Francesco – per lo quale ennalumini la nocte: et è bello et iocundo et robustoso et forte.

Gesù non è venuto a portare sulla terra una pace che anestetizza, ma il vangelo: notizia bella e gioiosa, nello stesso tempo solida, che porta in sé una forza indipendente dalla nostra capacità e volontà di ascolto.

Se lo accogliamo è in grado di illuminare le nostre notti, sia interiori sia quelle che la storia continua a proporci. Come una spada a doppio taglio penetra nelle coscienze e nei rapporti e può creare divisioni tra chi non segue e chi segue Gesù. I discepoli, però, anche nelle incomprensioni e persecuzioni più o meno evidenti possono amare perché accesi dal fuoco bello et iocundo et robustoso et forte del vangelo!

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2017 – Ed. Biblioteca Francescana -info@bibliotecafrancescana.it