Mercoledì 30 ottobre – clicca per leggere tutto…

tau-san-francesco

Essere l’ultimo ad entrare sarebbe il meno, nella sicurezza di partecipare alla mensa del regno, ma l’idea di rimanerne fuori, davanti a una porta chiusa, con l’aggravante di non essere riconosciuto… È terribile anche solo pensarlo. Eppure Gesù non usa mezzi termini: chiama i suoi interlocutori «operatori di ingiustizia».

Possiamo capirlo se teniamo conto che Gesù dice questo insegnando per città e villaggi, mentre è in cammino verso Gerusalemme: lui per primo attraverserà la porta stretta. E lo sforzo per entrarvi culminerà per lui nell’agonia dell’orto degli ulivi. In greco la parola usata è la stessa: lottate, ci dice Gesù.

È la scelta del nostro battesimo, dove siamo stati unti per sfuggire alla presa dell’avversario e per entrare, appunto, più facilmente attraverso la porta.

 

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2019 – Ed. Biblioteca Francescana – info@bibliotecafrancescana.it