Testimonianza di sr. Miryam Libera di Bra

Pubblicazione1

 Era il 29 luglio 2006, un sabato pomeriggio alle ore 16.30 quando mi sono trovata davanti a una grata del parlatorio del monastero di Bra. Sono rimasta senza parole perchè era la prima volta che vedevo un monastero di clausura. Io provengo dalla Romania e nel mio Paese i conventi vengono chiamati “mănăstiri”. In Italia avevo espresso, al sacerdote che mi seguiva, che desideravo conoscere un “mănăstire”, pensando però alle comunità di vita attiva. Alla sera di quel 29 luglio avevo capito che c’era stato uno sbaglio di comprensione tra me e il sacerdote, ma….. da quel momento è iniziata una bellissima avventura di conoscenza di una nuova realtà in cui sentivo che il Signore mi chiamava a vivere questa bella vocazione nel cuore della Chiesa!

A 23 anni decisi di entrare in comunità fidandomi di quell’Amore che sa condurre ben oltre ai nostri progetti e conoscenze. Iniziai allora un cammino di verità e libertà, tanto cercate e desiderate. Una libertà che si è rivelata per me “dietro le grate”: una libertà trovata dentro di me nell’abbandono totale nelle mani di Dio nostro Padre insieme alla mie sorelle. L’8 aprile 2018 ho detto il mio Si’ definitivo con la Professione Solenne: un dono immenso, quello di essere Sua sposa per sempre!

Dumnezeu, dragostea mea, eliberatorul meu, totul: cât de mare ești! (Dio, mio Amore, mio Liberatore, mio Tutto: quanto sei grande!)

(Nella foto: sulle mie spalle ho lo Stergar che è un ricamo che viene consegnato dalla mamma alla sposa nel giorno del matrimonio)