Venerdì 11 gennaio – clicca per leggere tutto…

tau-san-francescoUn lebbroso è un uomo solo, escluso, rabbioso e disperato, un corpo in lenta decomposizione che si sente abbandonato da Dio e dagli uomini. Gesù non teme il contagio, l’esclusione; l’uomo lo invoca e questo gli basta: la morte incontra la vita ed in vita si trasforma.

Mi chiedo: e oggi? Che nome ha un uomo così, chi è? E io incontrandolo come mi comporto? E non mi sento a volte anch’io così? L’esclusione ci fa paura, la nostra e quella degli altri, eppure Gesù tende la mano, lo tocca e la lebbra scompare: non mette distanze, non si vanta per ciò che fa; la vita non si vanta, è vita, semplicemente.

Non abbiamo paura di portare la vita, facendoci presenti, vicini, tendendo la mano, accogliendo, facendo di tutto per non escludere, ma creando ponti, ascoltando, abbracciando le solitudini. Guariremo insieme.

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2018 – Ed. Biblioteca Francescana – info@bibliotecafrancescana.it