Venerdì 22 luglio – clicca per leggere tutto…

tau-san-francescoIl cuore della donna resta cieco, incapace di riconoscere il risorto perché questa possibilità è fuori dal suo orizzonte. Il mistero, anche nel suo aspetto positivo, è sconcertante, irriconoscibile senza la parola che lo spiega e ci fa superare noi stessi. L’itinerario di fede di Maria Maddalena passa attraverso lo sconcerto, e approda allo stupore della chiamata per nome, così come il pastore chiama le pecore per nome, con voce amica perché conservata nel cuore e nel silenzio. La realtà di Gesù, però rimane ancora sfuggente, perché ha vinto la morte e ha restituito la vita: non trattenermi. Uscita dalla tristezza, Maria può aprirsi ad un nuovo rapporto con lui, che è sempre imprevedibile, e con i fratelli, invitandoli ad uscire dal loro mondo in cui si erano rinchiusi: da qui nasce la nuova comunità.

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2016 – Ed. Biblioteca Francescana – info@bibliotecafrancescana.it