Venerdì 3 Febbraio – clicca per leggere tutto…

tau-san-francescoDentro i profili dei personaggi eccolo, in filigrana, il mistero del cuore umano, cuore che cela contraddizioni e tortuosità.

Erode stima e ascolta volentieri Giovanni, ma lo fa uccidere. La figlia di Erodiade è bella di fuori, ma dentro opaca, invischiata nelle trame della madre. Erodiade dall’esterno domina, dirige tutti i fili della scena, determinandone il tragico epilogo. Personaggi chiusi nel vicolo cieco di un’incoerenza di fondo, per niente liberi, manovrati da logiche di potere e di affermazione di sé.

Nessuno è libero, tranne Giovanni. Tutti decidono e fanno di lui quello che vogliono, lui è l’unico che agisce con coerenza. La sua figura è del tutto limpida, chiara. Ha un annuncio da trasmettere, va fino in fondo. Fedeltà oltre la morte, che già profuma di risurrezione.

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2017 – Ed. Biblioteca Francescana – info@bibliotecafrancescana.it